domenica 21 settembre 2014

Booty e Anaconda a confronto: definire zoccole le popstar non fa di voi femminist*



Nicki Minaj è il diavolo. Il male. Non so voi, ma io nelle ultime settimane non ho sentito molte belle parole nei suoi confronti, e in un certo senso me lo aspettavo; il problema è che quando entrano in ballo certi meccanismi spesso anche chi si batte per la parità dei generi sembra perdere colpi e scadere in beceri insulti come:"Fare la zoccola non ti rende femminista". Di quali meccanismi parlo? Di quelli presenti in un video come Anaconda, per esempio.
Il nucleo centrale della questione è: una donna che si sveste, che è provocatoria, che si ricopre di una carica sessuale molto forte, ai limiti dell'eccesso, alimenta la figura femminile stereotipata dall'uomo nella cultura patriarcale, sempre e comunque? Secondo me no, e vi spiegherò perché.


Voglio analizzare e confrontare due video musicali: uno è il recentissimo Booty di Iggy Azalea e Jennifer Lopez, l'altro, per l'appunto, è Anaconda di Nicki Minaj. Il primo per me è in qualche modo lesivo per la figura femminile perché la vede come un oggetto di piacere, passivizzato, succube dei bisogni del maschio e senza voce in capitolo; il secondo invece no, perché propone una figura femminile forte, attiva, che sceglie, e che non vive il piacere sessuale solo in relazione a quello del maschio eterosessuale. Però chiariamo una cosa: a prescindere dalle mie opinioni (assolutamente opinabili, ci mancherebbe) e da ciò che scriverò, non mi sognerei mai di insultare in qualche modo Jennifer Lopez e Iggy Azalea scadendo nello slut-shaming. Combattere contro una visione stereotipata della donna e ricorrere agli stessi mezzi e insulti di chi quella visione la fa propria per me è assurdo, alla stregua di chi dice:"Io non sono omofobo" ma utilizza "frocio" come insulto, o di chi dice "Io non sono razzista" ma si lascia andare a un "negro di merda" quando Balotelli fa una cazzata allo stadio. Allo stesso modo, dare della "troia" ad una popstar per un video provocante e definirsi "femministi" è assurdo, e nasconde forse un velo di maschilismo, per quanto inconscio e non volontario. Il fatto che non mi piaccia come una persona scelga di utilizzare il proprio corpo e la propria immagine non mi autorizza in alcun modo ad insultarla, proprio perché parliamo del suo corpo e della sua immagine, non della mia.



Iniziamo a confrontare i testi delle due canzoni prima ancora dei video: leggiamo alcuni estratti di Booty:
Go on let them jeans touch you while you're dancing / It's his birthday, give him what he ask for
The way she moves / I know you want her / She like the fire, get you right / That's the lightning and the thunder / You wanna meet her, you gotta touch her / Hold on tight for the ride / Cause you know you wanna love her
I can guarantee you'll have the time of your life / Throw up your hands if you love a big booty 
"E' il suo compleanno, dagli ciò che vuole" [si rivolge alla donna], "So che vuoi amarla" [si rivolge all'uomo], "Ti garantisco che passerai un momento indimenticabile" [si rivolge all'uomo]. In tutto ciò abbiamo quindi la figura femminile che dà piacere e quella maschile che lo riceve, stop. L'unica forma di piacere di cui viene ricoperta la donna è quella di soddisfare l'uomo, nient'altro, non c'è un rapporto a due vero e proprio, non si parla in alcun modo di una vera reciprocità. Ed è proprio questo che si intende quando si parla di donna oggetto.



Vediamo invece qualche verso di Anaconda:
Come through and fuck 'em in my automobile / Let him eat it with his grills,He keep telling me to chill / He keep telling me it's real, that he love my sex appeal / Because he don't like 'em boney, he want something he can grab / So I pulled up in the Jag, and i hit 'em with the jab like...
This dude named Michael used to ride motorcycles / Dick bigger than a tower, I ain't talking about Eiffel's / Real country ass nigga, let me play with his rifle / Pussy put his ass to sleep, now he calling me NyQuil
La situazione qui invece quasi si ribalta. Quando si parla di sesso Nicki usa sempre la prima persona, parla di cosa fa, di cosa le piace, paragona il pene di un tizio a una torre, in generale si pone sempre come figura attiva. Il testo sarà esplicito, volgare (come molti altri testi rap, d'altronde) ma non si può dire che la personalità della Minaj venga trascurata, così come il suo piacere e le sue scelte. Non è assolutamente possibile parlare di oggettificazione.



Parliamo ora dei video in senso stretto. In Booty la scenografia è pressoché inesistente, abbiamo sempre degli sfondi abbastanza spogli, di colori poco appariscenti che mettono in risalto i corpi, mentre la regia sembra prediligere sempre e comunque piani molto stretti, qualche raro primo e primissimo piano (il viso sembra non essere importante) e molti particolari dei corpi delle due popstar che si dimenano. Ma parliamo anche di come si dimenano questi corpi: ogni singolo movimento sembra essere un'emulazione del sesso, un semplice alludere al piacere del maschio. Iggy e Jenny from the block non fanno altro che toccarsi, massaggiarsi in modo sensuale e fare sesso con l'aria per tutto il video. In generale il loro linguaggio del corpo, compreso di gesti, espressioni e mimica facciale, lancia un solo messaggio, inequivocabile: prendimi.



Vediamo invece Anaconda: Nicki occupa sempre una posizione centrale all'interno dell'inquadratura, e se in campo non è sola è quasi sempre a un livello quasi gerarchicamente superiore rispetto agli altri (magari è in piedi mentre ballerine e attori sono seduti,  magari è semplicemente più in alto rispetto a loro, oppure è più vicina alla macchina da presa e quindi occupa comunque un posto privilegiato). E' la regina dello show insomma, è lei che comanda i giochi. I particolari del sedere sono davvero pochi, solitamente il suo volto è sempre presente, e le sue espressioni facciali sono sempre controllate e aggressive. Iconico il fotogramma che riporto poco più sopra, con una Nicki in posizione da predatrice. E' chiaro che le piaccia mostrare il suo corpo, che ne vada fiera, e che le vada di provocare dell'eccitazione nell'ipotetico maschio di fronte allo schermo, ma è lei a volerlo, e in ogni momento te lo ricorda, anche solo con uno sguardo.




La sequenza finale, quella in cui Nicki fa la lapdance è quella più contestata, ma anche qui vediamo come sia lei a condurre le danze. L'uomo è seduto, non può toccarla, lei decide cosa fare e come farlo, ed è chiaro che non si sente obbligata in nessun modo e che è lei il capo (non per altro appena lui va oltre le regole prestabilite provando a toccarla lei lo schiaffeggia e se ne va).





Insomma, analizzando testi e immagini pare proprio che i due video abbiano dei messaggi ben diversi: Booty sembra raffigurare diversi concetti svilenti per la donna, Anaconda no. L'unica cosa in comune è il fatto che entrambi hanno a che fare col sesso e che entrambi ritraggano dei corpi svestiti, eppure le critiche che ricevono sono molto simili.

La cosa che reputo interessante è che in realtà un video come quello di Nicki Minaj, piuttosto che essere assimilabile a quello di Jennifer Lopez e Iggy Azalea, sia molto più vicino all'immaginario tipico del rap maschile. 
Pensateci un secondo: da una parte abbiamo omoni che mostrano fieramente i propri pettorali, che si strizzano il pacco e che parlano in modo libertino e indisturbato di sesso, dall'altro una donna che mostra fieramente il proprio culo e che parla in modo libertino di ciò che piace a lei. L'unica differenza sta nel capovolgimento dei generi se vogliamo.
Eppure mai ci sogneremmo di dare della zoccola a un rapper maschio, mentre con una Nicki Minaj lo slut-shaming sembra essere servito sul piatto d'argento; perché, per le stesse azioni, agli uomini viene criticata una certa volgarità, mentre alle donne viene automaticamente affibbiata l'immagine di puttana? In che modo mostrare una donna sensuale, libertina e attiva dovrebbe ledere l'immagine femminile? Perché invece mostrare un uomo con queste caratteristiche non lede quella maschile? E in che modo far sentire una donna colpevole per la propria condotta sessuale può migliorare l'immagine sociale di tutte le altre?

Nessun commento:

Posta un commento