lunedì 22 giugno 2015

#VestitiBrutti


Quando non ne posso più di studiare solitamente esco di casa a prendere una boccata d'aria e faccio due passi. Quando invece non ne posso più di studiare ed è estate, non posso uscire a prendere una boccata d'aria e fare due passi, perché vivo a Cagliari, che è più vicino all'Africa che a Grosseto, e si muore di caldo, e se faccio due passi finisco per svenire in strada grondante di sudore, e nessuno mi aiuta perché fa un po' schifo toccare un estraneo sudaticcio, e allora muoio. Così, per evitare di morire a causa dello studio (se avete seguito il filo del discorso capirete la logica), decido di andare a fare due passi in qualche centro commerciale o negozio in cui c'è l'aria condizionata. E sapete cosa c'è nei centri commerciali, oltre all'aria condizionata? Ci sono i vestiti brutti!!!
Sì, tutto questo sproloquio sullo studio, sul passeggiare e sul sudore servivano a introdurre il tema di oggi, ovvero: i vestiti brutti.


Ho intenzione da ora in poi di fotografare tutti i capi più osceni che troverò nei miei giri di scazzo per negozi, di metterli qui sul blog e di descriverli in modo acido e snob per suscitare ilarità in voi lettori. Detto così suona molto tecnico e poco divertente. Fanculo, ve l'ho già detto che fa caldo?


Iniziamo con questa bellissima T-Shirt da OVS, targata Chupa Chups. Ora, voi mi spiegate chi cazzo è il genio che ha pensato:"HEY! Facciamo una maglietta con un tizio sdraiato che tiene in mano un CHUPA CHUPA gigante proprio sopra il pacco... e visto che ci siamo, scriviamoci anche CHUPA CHUPS a caratteri cubitali sopra!". No, dico, seriamente? Cioè, ma è legale girare con una maglietta che allude a un rapporto orale?


Sempre per rimanere in tema fellatio, ecco questa bellissima T-SHIRT color verde sfiga con foglie di palma manco fosse la domenica prima di pasqua. Lo stilista sicuramente non è quello della maglia di prima, altrimenti ci avrebbe aggiunto un bel "THROAT" sotto "DEEP".


Ancora OVS, ancora cafonate. "Mi faccio un selfie!"... NOOOOO, ma bravo, ma allora sei forte! Che cazzo vuoi, un premio? Ma chi è che indossa 'sta roba!?


Ci spostiamo infine da OVS e facciamo un salto veloce al reparto abbigliamento dell'ipermercato Auchan. Se state cercando qualcosa di così brutto da mettervi il buon umore la catena di negozi Auchan solitamente ha ciò che fa per voi! Come questo vestito per esempio... Abbiamo capito che l'animalier da qualche anno è tornato di moda, ma sapete cosa non lo è mai stato? Il cattivo gusto. A meno che non vi chiamate Assunta Cacace 'sto scamiciato lasciatelo a casa.

Per oggi è tutto. Se beccate anche voi dei vestiti bruttarelli e volete farmeli vedere (non ho la benché minima idea del perché vorreste farli vedere proprio a me, ma anche gli altri blogger dicono cose di questo tipo e io li imito) potete caricarli su Facebook o Twitter, magari con l'hashtag #vestitibrutti e taggandomi (su twitter son @evilpacchiano).
Sapete che l'hashtag è quasi illibato? Cioè che quasi nessuno l'ha ancora usato? Conquistiamolo noi, così poi possiamo vantarci in giro di aver lanciato un trend! Dai, su, andate per le strade e diffondete il verbo del trash! Eimen fellas!

Nessun commento:

Posta un commento