sabato 12 settembre 2015

Ladybaby - quando la barba è la cosa più carina del mondo

Vi ricordate quando abbiamo parlato delle Babymetal (link all'articolo qui)? Ecco, se loro vi erano sembrate bizzarre vorrei proprio sapere quale sarà la vostra reazione quando vedrete il primo video delle Ladybaby, l'unica baby-band giapponese con un coefficiente piuttosto equilibrato di barba e carineria.




Ancora una volta parliamo di un mix tra musica j-pop e sound heavy metal, di estetica kawaii e toni più dark, di una band le cui protagoniste sono delle ragazzine in piena preadolescenza che, come gli usi e costumi vogliono, sono destinate a diventare delle icone di lifestyle in tutta la terra nipponica. Insomma, hanno pure "baby" nel cognome, ma cosa le distinguerà mai dalle Babymetal allora? Beh, diciamo che la presenza di un wrestler australiano alto un metro e ottanta, grosso come un armadio e con la barba, di nome Ladybeard potrebbe essere una discriminante.

Ladybaby selfie
foto via Facebook

Il 4 luglio hanno pubblicato il loro primo videoclip, Nippon Manju, e in soli due mesi hanno totalizzato ben 7 milioni di visualizzazioni su Youtube. Le loro foto e le loro clip hanno fatto il giro del web praticamente in qualsiasi paese, tranne che in uno, indovinate quale? Sì, il nostro, probabilmente per salvaguardare la salute di una sentinella in piedi che vedendo Ladybeard potrebbe rimanere così spaventata e disorientata da lanciare a terra la sua copia de "Il mio primo album da colorare" e presentare sintomi della sindrome da stress post traumatico per il resto della sua vita, gridacchiando con terrore cose come:"IL GENDER! IL GENDER! HO VISTO IL GENDER!".

foto via Facebook

Siccome io non sono una sentinella in piedi, invece, trovo il concept di questa band geniale; Ladybeard già da qualche anno ha attirato l'attenzione del pubblico presentandosi agli incontri di wrestling con abiti femminili o da bambina. Ha affermato di aver iniziato il suo percorso di cross-dressing per scherzo, indossando la tuta da cheerleader della sorella, ma finendo per gradire particolarmente le attenzioni che quella mise gli regalava. Poi ha incontrato un'artista giapponese, qualche contatto con una produzione, si pigliano due bambine di 14 anni a caso che avranno studiato canto e danza dall'età di tre mesi, e boom, il fenomeno mediatico di successo è fatto.

foto via Facebook

Che dire, amo alla follia tutti gli elementi grotteschi delle Ladybaby, così come la totale naturalezza con cui quell'omaccione (che con abiti comuni sarebbe esattamente il tipo di persona da cui scapperei se dovessi incontrarlo per strada) si muove come una bambina di un anime. Tutte queste combinazioni estetiche altamente improbabili mi piacciono molto, superato l'impatto iniziale trovo che in realtà siano davvero divertenti e affascinanti da analizzare.
Cliccate play sul video che ho postato qui sopra, attivate i sottotitoli e godetevi il nonsense e la meravigliosità più totale; le amerete, non potrete farne a meno.


Seguimi su instagram e twitter @sirpacchiano
Su Facebook: fb.com/sirpacchiano

Nessun commento:

Posta un commento